Via Senese Romana 132, 50053 Empoli (FI)  0571 931859 - 339 3721258 / Mondo Ramen 347 5445303

DA GIO 3.4 DISEGNI DA CAMALDOLI

 
Inaugurazione della Mostra Giovedì 3 Aprile 2014 Dall’Accademia di Bella Ari di Firenze, la classe di Pittura di Adriano Bimbi, presenta i disegni preparatori di studio, eseguiti durante progetto realizzato dal luglio al dicembre 2012. Fondamentale per questa esperienza è il luogo: Camaldoli. Alle porte delle foreste del Casentino, Camaldoli si pone a metà strada tra spirituale e naturale. In Questo percorso proposto per il mese di aprile ci si trova di fronte ai disegni che rappresentano lo studio prima della realizzazione finale trasposta nei quadri. Un’occasione per entrare nella quotidianità di quei giorni che gli artisti hanno trascorso tra monastero e bosco, spirito e natura. Queste piccole opere racchiudono in se il primo passo verso la realizzazione finale di un opera e le prime emozioni che si generano nell’artista nella relazione dialettica tra ispirazione e ambiente. Una stretta relazione di immagini tra il monastero, la comunità che contiene e l’ambiente che lo circonda. Per una pratica artistica in stretto contatto con l’esperienza viva e diretta.
Espongono: Vittoria Bagnoli, Luca Corti, Emanuele Greco, Francesca Matteoni, Sara Panicci, Debora Piccinini. Mostra visibile negli orari di apertura del Circolo.
Gio 3 Aprile 2014 19h30 APERIBRUSCIA Aperitivo con buffet: il nostro supercuoco Giulio propone piatti etnici e locali, abbinati agli aperitivi del nostro Sciscio, al prezzo scacciacrisi di 5€. Tutto questo in una veste tutta nuova e pacchiana (http://www.treccani.it/vocabolario/pacchiano/) della nostra sala.
A Seguire PRESENTAZIONE MOSTRA con alcuni artisti in sala.
Camaldoli è una località situata nel territorio del comune di Poppi, all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna. Non molto lontano dal monastero è possibile visitare un delizioso laghetto di origine artificiale ma che ormai si è naturalizzato da tempo: il Laghetto Traversari di Camaldoli.
Il paese di Camaldoli nacque intorno al Monastero fondato dal monaco ravennate San Romualdo (952 – 1027) per ospitare alcuni monaci provenienti dall’ordine benedettino. Secondo la leggenda fu Maldolo d’Arezzo (da cui il nome di Ca’ Maldoli) a donare a S. Romualdo il luogo. Nel monastero si trova la foresteria, la grande sala capitolare, l’antica farmacia o laboratorio galenico, in cui i monaci lavoravano spezie e piante medicinali per curare i malati dell’antico “ospitale”. L’attuale farmacia, con i pregiati mobili in noce, risale al 1543. Nella chiesa in stile barocco si trovano opere del Vasari. Divenne nel Rinascimento un importante centro culturale e dopo il 1520 si attivò al proprio interno anche una tipografia. A pochi chilometri di distanza si trova, fondato da Ambrogio Traversari, l’Eremo di Camaldoli, nato poco dopo la fondazione del monastero per ospitare i monaci desiderosi di abbandonare totalmente la vita comunitaria per la clausura in mezzo alla foresta, dove si può ammirare la cella di San Romualdo. I monaci Camaldolesi seguono la regola benedettina con l’aggiunta di propri princìpi e norme e sono riuniti nella “Congregazione Camaldolese dell’ordine di San Benedetto (Congregazione dei Camaldolesi).
Fra i camaldolesi illustri vi è Ambrogio Traversari (1386 – 1439), Sant’Alberico da Ocri che morì, nel 1050, in un eremo presso Sarsina (FC) e Raniero Ranieri, divenuto Papa in epoca medievale con il nome di Pasquale II.
Categories: MostreTags: , , , , ,